«

»

Gen 14

Le rocce veneziane parte prima

LE ROCCE VENEZIANE

La nostra scuola, con la Professoressa Pantaleoni, ha organizzato per la nostra classe un’interessante uscita didattica per spiegarci le rocce veneziane.

In questo percorso ci ha accompagnato un esperto che ci ha fatto subito notare come noi quando camminiamo per Venezia, calpestiamo i ‘masegni’, che sono pietre che provengono dai Colli Euganei.

Sono fatti di ‘trachite’, trachiteche è una pietra vulcanica e produce un campo magnetico, così che non possiamo orientarci per la città con una bussola, perchè i masegni attirerebbero l’ago.

La trachite non è solo quella che calpestiamo, ma ce ne sono vari tipi, anche di diversa provenienza; tra questi, la trachite delle Ande (Sud America), che ha la caratteristica di essere scivolosa e di non resistere molto al salso.

giacomoIn campo San Giacomo dell’Orio l’esperto ha poi attirato la nostra attenzione sulle finestre della chiesa, contornate da una pietra bianca che si chiama ‘stilolite’.

La stilolite è caratterizzata da righe; esse si sono formate perchè il fango è penetrato nelle fessure della pietra e si può così stabilire quanto in profondità la stessa era posta nel terreno.

L’esperto ci ha spiegato da ultimo l’interno della chiesa di San Giacomo, che è stato costruito con delle pietre chiamate ‘ammonitiche’, nelle quali si possono vedere dei fossili (‘ammoniti’).giacomointerno

Una delle colonne della chiesa è composta invece di detriti di vari massi di marmo verde (che è una pietra che si trova anche nella Basilica di San Marco, nel Santo Sepolcro e nelle tombe degli Imperatori ed ha un significato di resurrezione), mentre le altre colonne sono fatte di calcite che è una pietra metamorfica di colore bianco.

lavoro di Camilla Quintarelli 1C

Lascia un commento