Archivio Categoria: Pensieri e parole

Mag 07

Le favole della 1E

Con grande piacere pubblichiamo il libro di favole create dalla classe 1E della sede di S.Provolo. Ci auguriamo che questo libretto apra la strada a tanti altri. Bravi ragazzi!

Feb 15

Pray for Paris

    Quell’ avvenimento ha suscitato in me molti sentimenti, i primi sono stati la rabbia e la paura . Perché è una cosa ingiusta, molto ingiusta, che ha fatto vittime innocenti. E ho paura che succeda di nuovo, forse anche più vicino a noi. Sono vicina a Parigi. Vittoria 2C   Questa notizia mi …

Continua a leggere »

Nov 24

28/10/2015-Cerimonia di consegna “Scuola Amica UNICEF”

  Cibo,acqua,istruzione,salute:beni primari a cui ciascuno di noi dovrebbe aver diritto. Invece, purtroppo, non è così. Numeri. Numeri il cui pensiero fa venire le lacrime agli occhi. Numeri che ci parlano di bambini che muoiono di fame ogni giorno. Numeri che narrano la storia di malattie e guerre. Numeri che suonano come grida e pianti. …

Continua a leggere »

Nov 19

Gli attentati di Parigi

Di seguito alcune riflessioni dei ragazzi di 3C: Nessun Dio come Allah vorrebbe la morte,nessun Dio come Allah vorrebbe la guerra.                                                                     …

Continua a leggere »

Giu 07

Sono una sedia della professoressa Gigoli

Sento un’insolita sensazione di calore, forse deriva dal fatto che mi trovo sotto una finestra da cui filtra qualche raggio di sole. E’ mattino e nello sconosciuto ambiente in cui mi trovo regna un silenzio alquanto inquietante. Il lato positivo della storia è che almeno non mi trovo più su quella barca nel bel mezzo …

Continua a leggere »

Giu 07

Le trincee di Rovereto

                Nella mattina di giovedì 14 maggio 2015 siamo stati a visitare le trincee. Trincee di linea austriaca, costrutite già nel 1914 in pietra. Perchè così presto? Gli Austriaci, che si aspettavano un tradimento dal governo italiano, provvidero prima che fosse troppo tardi. Le trincee sono stretti fossati, …

Continua a leggere »

Giu 04

La storia di una sedia

Io sono una sedia, non ho nome o cognome, ma solo una data di nascita: quando è stato tagliato il mio tronco di un’imponente quercia di Mestre, il 7 novembre 2014. Da quanto ho sentito dire a dei taglialegna, sarei dovuto andare in una scuola di Venezia, mi pare Morosini; questo è un grande onore …

Continua a leggere »

Nov 15

Se potessi realizzare un desiderio vorrei…

Se potessi realizzare un desiderio vorrei diventare una scrittrice. È difficile spiegare il perché: scrivere mi viene naturale come respirare. Scrivo quando sono triste, quando sono arrabbiata, o particolarmente felice. Credo che lo scrivere venga spesso frainteso come qualcosa di noioso, al fine di un accrescimento culturale. Invece è un’arte. C’è chi si esprime ballando, …

Continua a leggere »

Mag 26

Il mio percorso per andare a scuola

La mattina, uscito di casa, si percepisce un’aria di stanchezza provenire dalle case che sembra lasciare un alone di tristezza nella città e negli abitanti. A causa della spossatezza, non vedi altro che una leggera nebbiolina con sagome e ombre, bucherellata dai candidi raggi del sole appena risvegliati. L’atmosfera mattutina viene subito infranta da un …

Continua a leggere »

Mag 22

Metamorfosi

  Oggi è l’ultimo giorno dell’anno 2012; fra poche ore saremo nel 2013 e spero sarà un anno più bello e pieno di cambiamenti. Ecco, ci siamo… siamo tutti di fronte alla televisione con lo Spumante in mano pronti a stapparlo facendo il conto alla rovescia: 10,9,8,7,6,5,4,3,2,1… BUON 2013!!! Ci facciamo gli auguri e speriamo …

Continua a leggere »

Post precedenti «