«

»

Nov 19

Gli attentati di Parigi

parigi

Di seguito alcune riflessioni dei ragazzi di 3C:

Nessun Dio come Allah vorrebbe la morte,nessun Dio come Allah vorrebbe la guerra.

                                                                                                           Julius

Molti pensano che l’ISIS uccida per la religione,in nome di Allah,ma non sanno che in realtà questo è solo un pretesto,una scusa,per fomentare l’odio e arricchirsi con i traffici di armi o persone.In realtà,i terroristi di Parigi sono degli europei,figli di immigrati di due o tre generazioni,che non sono riusciti o hanno fatto molta fatica a integrarsi e che sono stati manipolati dai mercanti di armi o di droga,che ci guadagnano nelle guerre .Sono solo dei tristi burattini le qui mosse sono pensate dal Califfato Islamico.Sono loro il vero pericolo, i “signori della guerra”,assetati di potere e denaro,che usano ragazzi con problemi.

Nessun Dio vorrebbe la guerra.

                                                                                              Emma

Secondo me nessun Dio e nessuna religione vuole scatenare una guerra. La vita di quelle persone innocenti stroncata da un mitra è una cosa terribile.

                                                                                                                                                   Gabriela

Io non capisco perchè uccidere per uno stupido fanatismo.Trovo ingiusto in questo modo,io prego che non nasca una guerra,odio essere pessimista,ma secondo me è così.Le persone,(soprattutto i giovani) hanno diritto alla vita,l’unica cosa che possiamo fare adesso è piangere i caduti in Francia.

                                                                                                                                                   Matteo

Non è bello vivere in un mondo in cui dei paesi spingono altri alla guerra attraverso la paura.La vendetta può bruciare a lungo ma non dobbiamo farci divorare e non dobbiamo rispondere.La cosa ancora più triste è che dei potenti manipolano le menti dei più deboli che forse non sanno nemmeno cosa stanno facendo.Non abbiamo bisogno di distruggerci infliggendoci paura a vicenda.Secondo me non dobbiamo ripagare uccidendo,sennò non siamo meglio di loro.

                                                                                                                                                   Arianna

Gli attentati terroristici avvenuti venerdì sera nella capitale francese hanno commosso il mondo intero.Molte persone,compresi noi alunni,hanno osservato un minuto di silenzio per le vittime e i loro familiari.Un pensiero particolare è stato rivolto alla studentessa veneziana Valeria Solesin.La sua vita,assieme a quella di molti altri giovani,è stata spezzata dalla follia omicida di altrettanti giovani.Questa cosa ci ha veramente sconvolti e sicuramente lascerà dentro a noi un segno indelebile.

                                                                                                                                                  Francesco

Perdere la vita per colpa di fanatici sembra una follia ma solo una cosa è sicura “Nessun Dio insegna ad uccidere”

Tommaso

Il mio unico pensiero di fronte a tutto questo orrore,è la speranza che non debba mai più ripetersi una cosa del genere,perchè in questo momento tantissime famiglie stanno soffrendo ingiustamente:è impossibile che sia stato un Dio a far commettere questi atti così violenti.

Luca

Gran parte delle guerre sono iniziate per motivi religiosi, ma Dio vuole veramete che facciamo le guerre in suo nome? Ognuno ha il diritto di pregare il Dio che vuole e farsi esplodere in suo nome non è pregare,è una scusa per fare guerra e uccidere.

Elena

Lascia un commento